DIREZIONE DIDATTICA 4° CIRCOLO - RIMINI ANNO SCOLASTICO 2011-2012
STORIA CLASSE PRIMA
 

1.     Successione e contemporaneità delle azioni e delle situazioni

1.1   Collocare nel tempo fatti ed esperienze vissute e riconoscere rapporti di successione esistenti tra loro

1.2   Rilevare il rapporto di contemporaneità tra azioni e situazioni

1.3   Saper usare gli indicatori temporali relativi ai concetti di successione e contemporaneità (prima, dopo, infine, mentre …)

 

2.     Concetto di durata  e valutazione delle durate delle azioni.

1.4   Utilizzare strumenti  convenzionali per la misurazione del tempo e per la periodizzazione

 

3.     Ciclicità dei fenomeni temporali  e loro durata (giorni, settimane, mesi, stagioni, anni, …).

1.5   Riconoscere la ciclicità in fenomeni regolari e la successione delle azioni in una storia reale o fantastica

1.6   Saper usare gli indicatori temporali relativi al concetto di ciclicità (giorno, settimana, mese, stagione)


DIREZIONE DIDATTICA 4° CIRCOLO - RIMINI ANNO SCOLASTICO 2011-2012
STORIA CLASSE SECONDA
 

1.     Indicatori temporali

1.1.     Applicare in modo appropriato gli indicatori temporali, anche in successione

1.2.     Utilizzare l’orologio nelle sue funzioni

1.3.     Riordinare gli eventi in successione logica e analizzare situazioni di concomitanza spaziale e di contemporaneità

1.4.     Saper usare indicatori temporali relativi ai concetti di durata e periodo

 

2.     Rapporti di causalità tra fatti e situazioni

2.1.     Individuare a livello sociale relazioni di causa e effetto e formulare ipotesi sugli effetti possibili di una causa

2.2.     Verificare semplici ipotesi e trarre conclusioni

 

3.     Trasformazioni di uomini, oggetti, ambienti connesse al trascorrere del tempo

3.1.     Riconoscere aspetti di permanenza e cambiamento nell’ambito delle esperienze svolte

3.2.     Distinguere  e confrontare alcuni tipi di fonte storica orale e scritta

 

4.     Concetto di periodizzazione

4.1.     Collocare sulla linea del tempo fatti, storie e periodi esaminati

4.2.     Sapersi orientare nel tempo acquisendo capacità di collocare fatti accaduti, personali e non, utilizzando indicatori temporali sempre più raffinati, partendo da tempi più brevi fino a giungere a spessori temporali di un decennio

 

5.     Testimonianze di eventi, momenti, figure significative presenti nel proprio territorio e caratterizzanti la storia personale

5.1.     Osservare e confrontare oggetti e persone di oggi con quelli del passato

5.2.     Descrivere storie personali organizzandole in base a tematiche

5.3.     Distinguere  e confrontare alcuni tipi di fonte storica orale e scritta


DIREZIONE DIDATTICA 4° CIRCOLO - RIMINI ANNO SCOLASTICO 2011-2012
STORIA CLASSE TERZA
 

1.     Miti e leggende delle origini - I DOCUMENTI STORICI

1.1.     Riconoscere la differenza tra mito e racconto storico

 

2.     La terra prima dell’uomo e le esperienze umane preistoriche: la comparsa dell’uomo, i cacciatori delle epoche glaciali, la rivoluzione neolitica e l’agricoltura, lo sviluppo dell’artigianato e primi commerci

2.1.     Riordinare gli eventi in successione logica e analizzare situazioni di concomitanza spaziale e di contemporaneità

2.2.     Leggere ed interpretare le testimonianze del passato presenti sul territorio

2.3.     Osservare e confrontare oggetti e persone di oggi con quelli del passato

2.4.     Individuare a livello sociale relazioni di causa e effetto e formulare ipotesi sugli effetti possibili di una causa

 

3.     Passaggio dall'uomo preistorico all'uomo storico nelle civiltà antiche

 

4.     Testimonianze di eventi, momenti, figure significative presenti nel proprio territorio e caratterizzanti la storia locale

 

5.     Trasformazioni di uomini, oggetti, ambienti connesse al trascorrere del tempo

5.1.     Osservare e confrontare oggetti e persone di oggi con quelli del passato

 

6.     Concetto di periodizzazione
 

7.     Rispetto alle conoscenze indicate ai punti 3, 4 e 6 si fa riferimento alle abilità declinate ai punti 1, 2 e 5.


DIREZIONE DIDATTICA 4° CIRCOLO - RIMINI ANNO SCOLASTICO 2011-2012
STORIA CLASSE QUARTA
 

Poiché la struttura dei libri di testo è diversa a seconda delle varie edizioni, la presentazione della civiltà greca si trova talvolta nei testi di classe quarta, talvolta in quelli di classe quinta. Pertanto gli insegnanti  sceglieranno in quale classe affrontare questo argomento a loro discrezione. 

 

1.     La maturità delle grandi civiltà dell'Antico Oriente (Mesopotamia, Egitto, India, Cina)

1.1.     Individuare elementi di contemporaneità, di sviluppo nel tempo e di durata nei quadri storici di civiltà studiati

1.2.     Utilizzare testi di mitologia e di epica  e qualche semplice fonte documentaria a titolo paradigmatico.

1.3.     Conoscere ed usare  termini specifici del linguaggio disciplinare

1.4.     Collocare nello spazio gli eventi, individuando i possibili nessi tra eventi storici e caratteristiche geografiche di un territorio

 

2.     Le civiltà fenicia e giudaica e delle popolazioni presenti nella penisola italica in età preclassica

2.1.     Individuare elementi di contemporaneità, di sviluppo nel tempo e di durata nei quadri storici di civiltà studiati

2.2.     Utilizzare testi di mitologia e di epica  e qualche semplice fonte documentaria a titolo paradigmatico

2.3.     Conoscere ed usare  termini specifici del linguaggio disciplinare

2.4.     Collocare nello spazio gli eventi, individuando i possibili nessi tra eventi storici e caratteristiche geografiche di un territorio

 

3.     La civiltà greca dalle origini all'età alessandrina

3.1.     Individuare elementi di contemporaneità, di sviluppo nel tempo e di durata nei quadri storici di civiltà studiati

3.2.     Utilizzare testi di mitologia e di epica  e qualche semplice fonte documentaria a titolo paradigmatico.

3.3.     Conoscere ed usare  termini specifici del linguaggio disciplinare

3.4.     Collocare nello spazio gli eventi, individuando i possibili nessi tra eventi storici e caratteristiche geografiche di un territorio

3.5.     Leggere brevi testi peculiari della tradizione culturale della civiltà greca con attenzione al modo di rappresentare il rapporto io e gli altri, la funzione della preghiera, il rapporto con la natura


DIREZIONE DIDATTICA 4° CIRCOLO - RIMINI ANNO SCOLASTICO 2011-2012
STORIA CLASSE QUINTA
 

1.     La civiltà romana dalle origini alla crisi e alla dissoluzione dell'impero, CON PARTICOLARE ATTENZIONE ALLA NASCITA DELLA RELIGIONE CRISTIANA E AL SUO SVILUPPO

1.1.     Individuare elementi di contemporaneità, di sviluppo nel tempo e di durata nei quadri storici di civiltà studiati

1.2.     Utilizzare qualche semplice fonte documentaria a titolo paradigmatico

1.3.     Conoscere ed usare  termini specifici del linguaggio disciplinare

1.4.     Collocare nello spazio gli eventi, individuando i possibili nessi tra eventi storici e caratteristiche geografiche di un territorio

1.5.     Leggere brevi testi peculiari della tradizione culturale e religiosa della civiltà romana

1.6.     Scoprire radici storiche  antiche classiche della realtà locale